RESTA INFORMATO SULLO STATO
DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO

Riceverai gli articoli e gli aggiornamenti, direttamente nella tua email

Nel capolavoro di Italo Calvino, Le Città Invisibili, Marco Polo relaziona al Gran Kan su tutte le città che ha visitato all’interno del suo impero. Nella categoria “Le città e il desiderio” racconta di Fedora, la città dei desideri incompiuti: una città grigia che al suo interno, dentro sfere azzurre, conserva progetti e idee che per circostanze, pigrizia o mancate opportunità non sono stati realizzati.

Al centro di Fedora, metropoli di pietra grigia, sta un palazzo di metallo con una sfera di vetro in ogni stanza. Guardando dentro ogni sfera si vede una città azzurra che è il modello dʼunʼaltra Fedora. Sono le forme che la città avrebbe potuto prendere se non fosse, per una ragione o per lʼaltra, diventata come oggi la vediamo. In ogni epoca qualcuno, guardando Fedora qual era, aveva immaginato il modo di farne la città ideale, ma mentre costruiva il suo modello in miniatura già Fedora non era più la stessa di prima, e quello che fino a ieri era stato un suo possibile futuro ormai era solo un giocattolo in una sfera di vetro.

Diversamente da Fedora e dai racconti di Calvino, Felicittà si sta impegnando
concretamente a tradurre in realtà progetti rivolti alla comunità del II Municipio, per offrire ai cittadini del quartiere Tiburtino la possibilità di vivere, far crescere e condividere spazi pubblici che attualmente si trovano in stato di degrado, per realizzare attività e proporre alle nuove generazioni un futuro concreto.

In particolare, dopo anni di dialogo con le amministrazioni, Felicittà ha presentato il Progetto di recupero di un’area di Villa Fabio di Lorenzo (ex Villa Narducci) per la realizzazione di un Orto Urbano direttamente gestito dai cittadini attraverso le attività promosse dall’associazione.

Cristiana CerrutiCRISTIANA CERRUTI
Mamma di due bimbe, architetto e donna dalla inarrestabile energia creatrice, all’interno di Felicittà è responsabile dei progetti sul territorio focalizzati sullo sviluppo di spazi urbani vicini alle esigenze dei cittadini.

VILLA NARDUCCI: SITUAZIONE ATTUALE

Area inutilizzata e attualmente in stato di degrado

Il parco, oggi intitolato a Fabio di Lorenzo – vigile del fuoco morto in servizio nel crollo di una palazzina a Val Melaina – apparteneva all’antica famiglia nobiliare di cui prende il nome la via e si trova all’incrocio tra Via Matilde di Canossa e Via di Villa Narducci.

Consta di un totale di circa 15.000 mq in cui attualmente ospita una sede Ama, una struttura della Asl con servizi di Consultorio,un centro anziani, Centro di igiene mentale e un Centro vaccinazioni, un asilo comunale, un complesso sportivo, un’area per cani e una sala cittadina del II Municipio a disposizione dello stesso, dei cittadini e delle associazioni di quartiere per promuovere eventi, attività e/o offrire servizi sociali.

Recentemente nell’area sono state realizzate le cancellate perimetrali, le rampe e una scalinata sulle pendici per il collegamento pedonale con Largo Guido Mazzoni, una fontanella ed un impianto interrato di irrigazione.

Nel complesso dell’area resta una parte dello spazio verde inutilizzata e attualmente in stato di degrado: l’associazione Felicittà si è dunque proposta come animatore di comunità per favorire e stimolatore l’aggregazione sul territorio in quella parte dell’area inutilizzata.

L’area in oggetto è di tipologia C che corrisponde ad aree adibite a piccoli parchi e giardini di quartiere; aree gioco per bambini; aree per cani, destinate ad uso pubblico da parte dei cittadini.

IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE

Planimetria del Progetto del Parco di Villa Narducci
Progetto Il Giardino dell' Orto

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA E REALIZZAZIONE DELL’ORTO

Felicittà si rende portavoce della proposta di realizzare un Orto Urbano in cui si andrebbe a creare nuova tipologia di verde cittadino, avviando un’azione di riqualificazione ambientale e sociale.

In una società ormai dipendente dalle nuove tecnologie e dalla virtualità delle relazioni, l’orto urbano va oltre il recupero di uno spazio: attraverso attività manuali all’area aperta e senza la necessità di utilizzo di sistemi tecnologici avanzati, il progetto permetterà il recupero del valore della praticità del singolo intervento umano, favorendo alle nuove generazioni una conoscenza più diretta e profonda con la natura e offrendo uno spazio relazionale di sviluppo armonico in cui prendere parte ad attività utili sia per la collettività che per l’individuo.

Entrando da Via di Villa Narducci, l’area d’interesse per lo sviluppo del progetto si trova in fondo, nella fascia perimetrale tra Largo Guido Mazzoni e Via Matilde di Canossa.

L’area così potrebbe diventare il punto di connessione verde tra il quartiere, la riqualificazione del tratto di tangenziale est, da realizzare, e la Stazione Tiburtina.

SCHEDA PROGETTO

Luogo: Area di Villa Fabio di Lorenzo (ex Villa Narducci)
Superficie dell’area: 2.500 mq
Stato attuale: Abbandonata, inutilizzata.
Proposta: Orto sociale Urbano /Giardino dell’Orto / Orto Urbano
Attività Proposte: Coinvolgimento delle scuole;

Incontri didattici del giardino dell’orto;

Incontri programmati (seminari, laboratori, corsi)

Il Giardino dell’ Orto sarà aperto al pubblico tutti i giorni.

Il personale dell’Associazione aprirà i cancelli al mattino e al pomeriggio,
riservandosi di indicare gli orari di apertura e di chiusura su appositi cartelli affissi ai cancelli e verificando giornalmente che lo
stato dei luoghi sia idoneo all’accoglienza del pubblico.

  • Le attività del Giardino dell’Orto Didattico saranno attivate e programmate a richiesta delle scuole del territorio durante i giorni feriali e degli utenti, delle associazioni di quartiere e dei soci dell’Associazione durante i giorni festivi

Verranno organizzati eventi, incontri e attività sociali e culturali gratuiti e a pagamento, per i cittadini del quartiere, le associazioni e per i soci.

Quali presentazioni, corsi, seminari e laboratori ai soli soci di ogni età, sia gratuite che a pagamento.

Nel primo periodo, tutte le attività all’interno del Giardino dell’ Orto, si svolgeranno all’aperto o sotto coperture temporanee, quali stand o tensostrutture.

Il percorso didattico sarà protetto da un pergolato.

ATTIVITA' & INCONTRI

PARTECIPA ANCHE TU

8
Apr

Il Nostro quartiere: ieri, oggi e.. domani

Centro "Gabriella Ferri" | Via cave di pietralata 76
dalle 10:30
04/08/2017

Ospitato all’interno del Centro Gabriella Ferri, sabato 8 aprile verrà presentato il progetto “Il nostro quartiere: Ieri, oggi e…domani”, una sorta di laboratorio partecipato sia per i bambini che per gli adulti interessati a scoprire e soprattutto a immaginare, il quartiere Tiburtino.

Continua >
8
Apr

Felicittà e il verde

Centro "Gabriella Ferri" | Via cave di pietralata 76
dalle 10:30
04/08/2017

Ospitato all’interno del Centro Gabriella Ferri, sabato 8 aprile verrà presentato il progetto “Il nostro quartiere: Ieri, oggi e…domani”, una sorta di laboratorio partecipato sia per i bambini che per gli adulti interessati a scoprire e soprattutto a immaginare, il quartiere Tiburtino.

Continua >
27
May

Festa degli amici del verde

Parco Fabio di Lorenzo
dalle 10:00 alle 19:00
05/27/2017

Evento di promozione e sensibilizzazione sul Progetto di riqualificazione del Parco Fabio di Lorenzo ex Villa Narducci. Laboratori verdi per bambini, scoperta e cura delle piante, letture, disegni e lavori

CONTINUA

PER INFORMAZIONI E DOMANDE NON ESITARE

FELICITTA’

L’associazione intende ideare, sviluppare e realizzare progetti sul territorio in modo da proporre una nuova prospettiva degli spazi urbani

         

Ultimi Commenti

    GALLERY

    Contattaci